.
Annunci online

nicolabel


Diario


9 febbraio 2007

Si cambia!

Come i popoli nomadi, le rondini e le cavallette, si cambia ambiente per sopravvivere: così, dopo 9 mesi e oltre 7000 contatti, questo blog emigra altrove. Grazie al Cannocchiale per lo spazio offerto, una tirata d’orecchie per non averlo rinnovato: la blogsfera cambia rapidamente, questa piattaforma no.

Appuntamento, s’il vous plait, a nicolabel.wordpress.com.

 




permalink | inviato da il 9/2/2007 alle 1:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


6 febbraio 2007

Certificato di esistenza in vita

Nonostante le apparenze, non ho chiuso questo blog.
Chiedo scusa a chi nelle ultime settimane non ha avuto di meglio che fare una capatina qui per cercare (invano!) nuovi post e prometto che, se cambia la luna, tornerò a scrivere. Probabilmente
da un'altra parte.




permalink | inviato da il 6/2/2007 alle 14:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


25 gennaio 2007

Rubin Hood!

Fondi stanziati dal Ministero dell’istruzione, Università e della Ricerca (era Moratti) per l’edilizia scolastica:
- 11267 euro pro capite per i 999 studenti della Libera Università Mediterranea di Casamassima;
- 7.80 euro pro capite per quelli dell'Università di Bari.




permalink | inviato da il 25/1/2007 alle 23:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


22 gennaio 2007

In ricordo dell'Abbé Pierre

«Mai, mai, mai accetterò l’ipocrisia di chi vorrà insignirmi di un premio per le mie parole anziché prestare orecchio alla mia denuncia e operare per risolvere subito questo scandalo. E anche quando l’ultimo dei poveri di Francia avrà un tetto per dormire e due pasti caldi al giorno, se sarò morto, forse, permetterò al Presidente della Repubblica di appoggiare la Legion d’Onore sulla mia tomba. Purché si scusi solennemente davanti alla nazione per il tempo che sino ad allora avrà voluto perdere».
All’abbé Pierre, scomparso oggi a 94 anni, non mancava certo il dono di scuotere le coscienze, di mostrare che la carità poteva andare un passo oltre le convinzioni del possibile. E non erano solo ardori giovanili: sino all’ultimo è stato in grado di sorprendere per le spiazzanti aperture su temi etici e sociali: attenzione ai poveri e alle famiglie numerose, celibato dei sacerdoti e prevenzione dell'AIDS.

Forse, nella Francia laicista è più facile per i credenti andare al cuore delle cose.




permalink | inviato da il 22/1/2007 alle 10:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


15 gennaio 2007

Come passa il tempo

Dieci anni fa iniziò a trasmettere questa cosa qui. Dieci anni fa grosso modo avevo capito come calcolare la radice quadrata con Excel. Dieci anni traducevo Euripide e anche la trigonometria mi si poteva svelare in tutto il suo fascino. Dieci anni fa correvo dietro a ***, non avevo un cellulare e ricordavo con chi aveva giocato la Juventus la domenica prima. Dieci anni fa mio nonno mi chiedeva di "fargli" il solitario delle sette carte, mia nonna preparava le cotolette e io cercavo di capire come si plasmasse il futuro.

Fra altri dieci anni cos'altro sarà cambiato?




permalink | inviato da il 15/1/2007 alle 19:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


12 gennaio 2007

La guerra delle tombe

«Se andando a trovare le tombe dei miei cari vedessi in cimitero anche le sepolture dei fedeli musulmani, mi offenderei. Hanno bisogno di un cimitero? Se lo finanzino e se lo costruiscano». È l’opinione del presidente della provincia di Treviso, il leghista Leonardo Muraro, a proposito della decisione del sindaco di Casale sul Sile che ha stabilito di riservare un’area del cimitero comunale ai molti non cristiani che risiedono in quel comune.
Ma evidentemente questa banale norma di civiltà non alberga nell’universo di valori della "razza padana doc", come la definì il sindaco-sceriffo di Treviso Gentilini.
Camicie verdi. Ma non dalla vergogna, purtroppo.




permalink | inviato da il 12/1/2007 alle 0:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


9 gennaio 2007

Strage di Erba - Il mio appello accorato

O vicini di casa, suvvia, confessate presto: ci libererete dalla iattura di un centinaio di puntate di Porta a Porta sulla falsariga di Cogne.




permalink | inviato da il 9/1/2007 alle 23:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


5 gennaio 2007

And the winner is... - I risultati

Ecco i risultati del gioco di sabato scorso. I personaggi del 2006, selezionati da una selezionata “giuria tecnica” di 4 componenti (ehm… se fosse il blog di qualcun altro sarebbero cento volte di più…) sono stati:

1. Politici emergenti: Michelle Bachelet (50% dei voti espressi)
2. Politici da dimenticare: Donald Rumsfeld (75%)
4. Giornalismo di/da denuncia: Politkovskaja (60%)
5. Trame oscure: Alexander Litvinenko (75%)
6. Economia: Muhammad Yunus (75%)
7. Il nocciolo della questione: Piergiorgio Welby (75%)
8. Sport: Marcello Lippi (43%)
9. Spettacolo: Ennio Morricone (100%)
10. O tempora o mores: Luciano Moggi (50%)

Preciso che ho considerato tutti i voti multipli, secondo costume nazional-popolare. E preciso che non è stato possibile assegnare il premio per la categoria Politici italiani (tutti a un voto): suvvia, chi poteva credere che ci fosse qualcuno degno di un premio??




permalink | inviato da il 5/1/2007 alle 20:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


3 gennaio 2007

Semaforo rosso per il ministro Bianchi

Di candido, pensavamo avesse solo la chioma. E invece il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi ha dimostrato ieri di essere candido anche di animo: proprio mentre annunciava nuove misure per garantire la sicurezza stradale e assicurare la certezza della pena per le scorrettezze al volante, non ha esitato a confessare che, anche lui, di tanto in tanto, si lascia scappare il piedino e infrange i limiti di velocità
Non c'è dubbio, caro ministro, ieri era forse ancora vittima del torpore dovuto ai festeggiamenti di capodanno, e magari a qualche calice oltre il consentito. Ma, come si insegna a scuola guida, per prevenire i colpi di sonno è necessario che accosti subito e lasci il posto in plancia a qualcuno più sveglio di lei.




permalink | inviato da il 3/1/2007 alle 17:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


30 dicembre 2006

And the winner is...

Dando seguito ai giochini tipici degli ultimi giorni dell'anno, pubblico un elenco di personaggi che, nel bene e nel male, si sono fatti notare particolarmente nel corso di questo 2006. Ho preferito individuare tre candidati per ciascuna delle dieci categorie:

1. Politici emergenti: Michelle Bachelet, Hillary Clinton, Ségolène Royal
2. Politici da dimenticare: Mahmud Ahmadinejad, Donald Rumsfeld, Saddam Hussein
3. Politici italiani: Giorgio Napolitano, Pierferdinando Casini, Rita Levi Montalcini
4. Giornalismo di/da denuncia: Enrico Deaglio, Roberto Saviano, Anna Politkovskaja
5. Trame oscure: Niccolò Pollari, Alexander Litvinenko, Renato Farina
6. Economia: Muhammad Yunus, Sergio Marchionne, You Tube
7. Il nocciolo della questione: Benedetto XVI, Piergiorgio Welby, David Grossman
8. Sport: Marcello Lippi, Michael Schumacher, Vanessa Ferrari
9. Spettacolo: Madonna, Laura Pausini, Ennio Morricone
10. O tempora o mores: Luciano Moggi, Flavio Briatore, Elisabetta Gregoraci

A voi la parola! Basta indicare un nome per ciascuna categoria e un nome per il vincitore assoluto. Poi fra una settimana i risultati...




permalink | inviato da il 30/12/2006 alle 12:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Intermezzo

VAI A VEDERE

rassegna stampa
giornalettismo
NO CDR, Martucci viva
mascalzonelatino
francescopietanza
giovanniruggiero
nicolaruggiero
nonsiamoperfetti
frisbee
carlozac
franko


Disclaimer
Questo blog viene aggiornato senza nessuna periodicità e pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legislazione vigente. I contenuti sono di norma dell’autore, che ne concede la diffusione senza scopo di lucro e con indicazione della fonte. La riproduzione di testi e immagini non originali - finalizzata solo alla libera circolazione delle idee, che è un diritto costituzionalmente garantito - è accompagnata da riferimenti agli autori, se disponibili. L'autore non è responsabile per il contenuto dei link esterni al blog e per i commenti inseriti nei post, neanche se espressi in forma anonima. Eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi saranno prontamente rimossi previa segnalazione.

CERCA